Biografia

Gabriele Tadini è nato a Varese e vive nella zona del Lago Maggiore:ha iniziato a dipingere all inizio degli anni ottanta e proseguito la formazione presso lo studio di uno dei più grandi acquarellisti italiani, Silvio Bonelli, per circa sei anni, fino alla scomparsa del'Artista.

Predilige dipingere scene della vita di tutti i giorni, zone di campagna,montagna,città e borghi nei momenti di luce più caratteristica.

Dice, di se', di essere uno "scrittore" di quadri, proprio per la ricerca dell'atmosfera particolare, intima, dove si racconta un momento un po' unico.

Ha partecipato a mostre collettive con le Associazioni degli Artisti Varesini in gallerie della provincia, in sale espositive di particolare pregio (Comune di Varese.Comune di Viggiu', Comune di Azzate etc)

Ha attivato diverse mostre personali in gallerie prestigiose , ultima la galleria Armanti di Varese (marzo 2015)raccogliendo sempre consensi e apprezzamenti per il suo lavoro.

E' certamente un artista schivo ,poco incline alla frequentazione di convivi e centri di diffusione; lo apprezziamo per questo pudore ,per il fatto di sfuggire da facili ricorsi al plauso, a volte, un po' ipocrita di certo pubblico.

Noi lo vorremmo, invece, un po' meno schivo,per non perderci le Sue bellissime nevi,i borghi silenziosi e pieni di luce, i mazzi ortensie e l'acqua di Venezia o del Lago Maggiore. (R.B)

Socio della ASSOCIAZIONE ITALIANA ACQUERELLISTI, la più importante associazione italiana della tecnica, con circa 120 soci attivi.

Partecipa al premio Vittorio Sgarbi