Gina Fortunato - pittrice contemporanea

Gina Fortunato vende quadri online

Gina Fortunato

58 35.784 77,5 / 100
Biografia
Curriculum

GINA FORTUNATO - Note biografiche 

Gina Fortunato nasce a Spinazzola, in provincia di Bari, nel 1964.

Fin da giovanissima ha sviluppato la sua naturale predisposizione per il disegno,

ma con lo scorrere del tempo ha maturato la convinzione che l’arte va sperimentata

in tutte le sue forme. Per approfondire la conoscenza delle molteplici forme d’arte si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bari, dove lo studio approfondito delle varie discipline l’hanno portata a perfezionare il disegno, l’equilibrio formale delle composizioni, lo studio e l’analisi del colore e le varie tecniche pittoriche, plastiche e scenografiche.

Le diverse matrici della pittura figurativa europea sono state indubbiamente la sua

fonte di ispirazione.

Le prime opere della stessa, infatti, già ad un primo esame, denotano una

ispirazione classica, insegnamento e base fondamentale nelle scuole d’arte

e accademie di belle arti di anni addietro. Se oggi nelle scuole artistiche

prevalgono indirizzi più sperimentali, finalizzati alla conoscenza dell’avanguardia

contemporanea, è indubbio che per chi, come la FORTUNATO

abbia voluto improntare un lavoro figurativo prettamente pittorico - decorativo,

lo studio della tecnica classica tradizionale è di fondamentale importanza.

Nei primissimi tempi del suo percorso artistico, Gina ha lavorato molto eseguendo elaborati in locali pubblici e privati: esecuzioni pittoriche impegnative soprattutto se eseguite con una tecnica complessa e difficoltosa quale l’affresco.

Colorista raffinata e sensibile, capace disegnatrice, alterna tecniche diverse

in composizioni ben studiate ed equilibrate.

Artista estrosa ed eclettica, esprime in diverse forme figurative i suoi linguaggi

pittorici: dal ritratto al paesaggio, dalle composizioni di invenzione

alle “nature morte”, fino a raggiungere uno stile personale di tipo astratto dove trova, con estrema convinzione, una dimensione totalmente confacente alla propria personalità, trasformando i colori in potenti vibrazioni sulla superficie di una tela come distillato di pura energia naturale.

Le sue opere sono tutte segretamente legate da un unico intento: offrire al visitatore la possibilità di un itinerario spirituale in cui si ritrovano in perfetta sinergia tutti i colori dell’anima, da cui scaturisce la forza interpretativa dei pensieri e degli atteggiamenti della vita come unica e vera essenza.

DICONO DI ME:

ECHI UNIVERSALI 

Gina Fortunato (1964) ha una solida formazione pittorica acquisita in primis attraverso la frequentazione dell'Accademia di Belle Arti di Bari, poi attraverso la pratica di scenografia teatrale, infine come pittrice che ha esposto in Italia e all'estero, ottenendo vari premi e riconoscimenti. 

La sua arte si presenta in continua evoluzione, con motivi che trovano momentanea maturazione, ma che poi per la indefessa ricerca dell'artista, vengono superati attraverso nuove intuizioni e trattazioni linguistiche. 

Negli anni attorno al 2015 Fortunato evoca dimensioni cosmiche e stellari, galassie ed universi lontani attraverso pennellate fluide e ricche di colori brillanti e vivaci che simulano gorghi o sciabolate di luce. Le pennellate che costruiscono le forme evocano moti celesti e luminosi, che sono in realtà raccordi con sensazioni ed analisi visive depurate di materia e di realismo, per arrivare ad un particolare tipo di astrazione, legata com'è ad una sorta di cordone ombelicale al motivo scatenante del reale, ma in un reale che corrisponde ad un'immagine mentale, a ciò che conosciamo ed anticipiamo attraverso la nostra esperienza. E' un che ha una radice profondamente e romanticamente simbolista che orbita a cavallo del Novecento, in quanto il simbolismo dipinge l'invisibile, la cifra nascosta della natura e dell'animo umano, attraverso forme ed immagini che queste alla lontana, in maniera misteriosa e magica, evocano.  

Sintomatico in questo senso è il quadro notturno denominalo L'incontro (2016) dove due forme chiare , luminose e avviluppate su se stesse si incontrano scatenando una magia di stelle. Lo stesso può dirsi di Esplosione Cosmica (2015) o Fasci di luce (2016) dove l'andamento deciso e appassionato della pennellata parte da una sensazione visiva e mentale allo stesso tempo per riportare la stessa in maniera mimetica e astratta sulla tela. Quindi la forma particolare dell'astrazione di Fortunato ha una radice interiore, profonda, con risonanze che al microcosmo dell'uomo trovano corrispondenze nel macrocosmo dell'universo. Un paio d'anni più tardi l'artista raddensa la materia e posa lo sguardo sulla realtà con La mia strada (2017) e Linea d'ombra I e II (2018), sempre trasfigurandola, ma lasciando intravvedere molto felicemente il motivo di un paesaggio possibile. C'è da chiedersi se magari in futuro l'artista non possa proseguire con questo interessante percorso che coniuga astrazione e realtà vista con la siderale lontananza o vicinanza di una potenziata lente bifocale. Finalmente veniamo agli anni più recenti dove si ripropone un plurimo ragionamento linguistico. da una parte abbiamo Luce (2020) e Tra le pieghe della vita (2020) che hanno la stessa matrice: sciabolate di colore luminoso in percorsi retti e acutangoli come la luce appunto oppure morbidi e avviluppati come delle vere e proprie pieghe di un tessuto impalpabile e trasparente. E' evidente qui la consumata perizia tecnica di Fortunato, capace di ricreare attraverso forme e colori, sensazioni e percezioni riconoscibili dallo spettatore. A volte il percorso si fa più realistico e chiaro, persino carnale come in Oro nelle ferite (2019) oppure semplicemente poetico, quasi leopardiano, ne recentissimo Al di là del muro (2020). Queste due opere risentono di quel percorso che accelera l'accostamento con il reale, raddensano la materia, e si fanno metafora di una situazione esperienziale. 

L'arte di Fortunato risente quindi di un atteggiamento che alla lontana trova una radice ancora all'inizio del novecento e in particolare in quel percorso di inizio dell'astrazione contraddistinto da Kandinskij e il suo fondamentale scritto Lo spirituale nell'arte (1911), dove ai colori e alle liee corrisponde una grammatica determinata di sensazioni e di emozioni. Due precedenti importanti quindi per Fortunato, che beve alla fonte dell'astrazione della pittura interpretandola poi a suo modo e scavalcando così in maniera convincente i decenni. 

Prof.ssa Carmen Lorenzetti, docente di Arte Contemporanea accademia di belle arti Bologna (2020)



L’arte di Gina Fortunato si caratterizza per la curiosità, il profondo senso di analisi del vivere quotidiano, i tormenti e le emozioni, che l’hanno condotta a sperimentare altre vie, fino a trovare casa nell’informale. Dalle sperimentazioni figurative post accademiche, la Fortunato ha trovato il suo percorso in due filoni fondamentali: l’astrattismo e la figurazione.

E l’informalità di Gina Fortunato è una raffinata ricerca di luci, di linee curve che puntano alla morbidezza, a pacificare, a liberare gioia in chi ha il piacere di immergersi nella profondità delle sue opere. 

Gina Fortunato è una delle più alte forme di raffinatezza dell’attuale panorama artistico italiano, che si manifesta sui supporti attraverso una tecnica di elevata fattura e un uso del colore e della luce di particolare spessore. 

Nelle sue opere astratte, l’artista di origini pugliesi declina l’attaccamento alla sua terra e ai valori, unitamente alla mentalità aperta al cambiamento; nelle sue opere, infatti, prevalgono il bianco e i colori della terra, con un uso costante anche delle tonalità di blu, che manifesta un animo profondo e orientato alla meditazione. I rossi e i blu fanno spesso da tappeto a flash dorati o a vere e proprie macchie di luce, con le quali la pittrice esprime un ottimismo evidente, così come prepotente emerge l’apertura al cambiamento, pur con i piedi ben saldi al terreno, con le radici piantate nell’amore per le sue origini e per gli affetti familiari. 

Nelle figurazioni femminili, la Fortunato pone la donna protagonista assoluta, non soltanto dell’opera, ma di un movimento, di un atteggiamento, di un messaggio, fino a renderla icona e modello da seguire. 

La perfezione del gesto non è fine a se stessa, tanto meno si tratta dell’inseguimento maniacale di quanto osservato attraverso la vista; al contrario, nei colori e nei tratti delicati della Fortunato, assume l’esigenza di rendere la donna presenza importante, un punto esclamativo in un mondo che vede il gentil sesso ancora sminuito in molti settori del vivere. 

Città lontane da raggiungere, luci in fondo al tunnel, per la Fortunato, la vita è un cammino da affrontare a testa alta, senza mai staccare lo sguardo da ciò che conta, dai veri valori. 

Abbracci stilizzati, macchie di colore che tradiscono anche un profondo amore per il divino e per la spiritualità, che emerge prepotente dall’artista. 

E proprio la spiritualità emerge in tutta la sua forza emotiva attraverso la luce che caratterizza gran parte della produzione artistica di Gina Fortunato. 

Gina Fortunato trascende il mero senso visivo e la banalità dell’estetica, per raggiungere le profondità dell’essenza, oltrepassando lo strato apicale delle cose, dimostrando di essere filosofa matura del proprio tempo, in cui la superficialità dell’immagine, delle mode e degli stereotipi, sono, invece, idolatrati dalle masse. 

L’arte di Gina Fortunato è di grande livello, soprattutto perché si tratta di un’artista che, malgrado le costanti ricerche e sperimentazioni, ha già un percorso delineato, che ne configura uno stile inconfondibile.

Pasquale di Matteo Critico dell'Arte (2019)


Continua a leggere »

GINA FORTUNATO Ha esposto:

Giugno 2011       Personale - Castello di Guiglia (MO)

Agosto 2011       Personale - Ass. Culturale Demos - Spinazzola (BT)

Settembre 2011 Personale con asta di beneficenza - Sassi di MATERA

Maggio 2012       Collettiva - Galleria Ariele - Torino

Ottobre 2013       Personale - Bar Acquerello - Vignola

Febbraio 2014     Collettiva - Galleria 20 -Torino

Ottobre 2014       Personale - Circolo Paradisi – Vignola

Dicembre 2014   Collettiva - Galleria 20 – Torino

Aprile 2015          Collettiva - Galleria 20 –Torino

Aprile 2015          1^ Rassegna Geni in mostra – Golfo Aranci (OT)

Maggio 2015       2^ Rassegna Geni in mostra – Golfo Aranci (OT)

Giugno 2015       3^ Rassegna Geni in mostra – Golfo Aranci (OT)

Luglio 2015         4^ Rassegna Geni in mostra – Golfo Aranci (OT)

Luglio 2015         I^ Biennale Internazionale – Porto Rotondo- (OT)

Agosto 2015       Mini Personale – Salotto dell’arte – Cagliari

Settembre 2015 Collettiva – Salotto dell’Arte – Cagliari

Dicembre 2015 Collettiva - Galleria 20 - Torino

Gennaio 2015   Collettiva – Galleria “L’Alunno” - Bologna

Febbraio 2016   Personale – Centro Culturale Alberione - Modena

Febbraio 2016   Collettiva – Italian Vogue “I.Gallery” Montmartre – PARIGI

Febbraio 2016   Premio Giubileo della Misericordia 1° mostra – Palazzo Maffei - ROMA

Marzo 2016       Premio Giubileo della Misericordia 2° mostra - Palazzo della Cancelleria

                          del Vaticano - ROMA

Marzo 2016        Personale – Galleria 20 – Torino

Aprile 2016        Collettiva – “L’Angolo della felicità” –OMNICULTURE - BERLINO

Maggio 2016      Collettiva – “Sinergie” Rocca dei Rettori - Benevento

Maggio 2016      Premio Il Ghiro d’Argento - Bologna

Luglio 2016        Collettiva “Punti di vista tour”- Palazzo dei Sette - Orvieto

Settembre 2016 Esposizione presso Galleria – Casa d’Aste Picenum – Cingoli (MC)

Settembre 2016 Personale – Chiesa S. Pietro – Formigine (MO)

Ottobre 2016     Partecipazione al FIABA DAY – Piazza Colonna – Roma

Ottobre 2016     Premiata all’Art Contest – metti in mostra la tua arte - Ragusa

Novembre 2016 Collettiva – Galleria 20 Torino

Novembre 2016 Collettiva – Centro di Aggregazione Culturale – Ragusa

Dicembre 2016   Collettiva - VINDARTE – Centro di Aggregazione Culturale – Ragusa

Dicembre 2016   Collettiva – Galleria Zerouno – Fondazione

                            De Nittis – Barletta (BT)

Gennaio 2017      Arte Fiera Piacenza

Febbraio 2017     Collettiva presso Centro di Aggregazione Culturale – Ragusa

Febbraio 2017    13^ Fiera Arte Genova

Febbraio 2017    Collettiva Corner Art – Punti di Vista – Brugherio

Marzo 2017         Fiera dell’Arte Cremona

Marzo 2017        Art Fair – Forlì Fiera

Aprile 2017         Arte Fiera Vicenza

Maggio 2017       XIX Edizione OPENARTMARKET - Fonderia delle Arti - Roma

Maggio 2017       Collettiva “Abstract Expressionism & Informal Art”– Galleria Antonello

                            da Messina – Legnano - MI

Giugno 2017 III^ Edizione “SINERGIE” – Mostra di arte contemporanea – Rocca dei

                            Rettori – Benevento

Luglio 2017         Premio Internazionale Arte Milano alla presenza di Sgarbi

Settembre 2017  EXPOARTE Moderna Contemporanea Montichiari

Ottobre 2017       Arte Contemporanea Fiera Forlì-Cesena

Novembre 2017  Astrattissima, collettiva Ecomuseo Urbano - Torino

Gennaio 2018    Ammessa nella Collezione Cavallini - Sgarbi con inserimento delle opere                                          "ATTRAZIONE" ed  "ESPLOSIONE"

Gennaio 2018  Entra a far parte dell’Archivio della Storia dell’Arte Italiana dal Medio Evo

                         ai giorni nostri ed iscritta nell’Albo d’Oro dei Maestri d’Oggi del Centro

                         Accademico Maison d’Art - Padova

Marzo 2018          Art Parma Fair

Marzo 2018         “Arte e Spiritualità” Collettiva Sala Teologica della Basilica di S. Antonio

Maggio 2018       “Dal segno al colore” Collettiva Galleria SIMULTANEA ¬- Firenze

Giugno 2018        Premio Città di Padova del Centro Accademico Maison d’Art come artista                                         dell’anno, presso il Circolo degli Ufficiali di PADOVA 

Giugno 2018        Mostra in forma permanente presso Galleria Albatros - PARMA

Giugno 2018       FIRENZE - Sale del Boldini FERRARA

Sono stata inserita più volte nella “Rivista 20” dell’Associazione Culturale Ariele di Torino e in svariati Cataloghi d’Arte 

Novembre 2018   Inserimento CAM 54, il Catalogo Arte Moderna edito da Mondadori.

Dicembre 2018   L’Accademia ITALIA IN ARTE NEL MONDO mi conferisce l’Alto Riconoscimento                              d’Arte  " Pablo Picasso", l’Alto Riconoscimento peri Diritti Civili e l’Impegno                                        Sociale “Voltaire” e l’Alto Riconoscimento Diritti Umani con Trofeo e Pergamena.

Febbraio 2019 - Inserita nell’Archivio Storico Universale delle Belle Arti del Centro

                          Accademico Maison d’Art di Padova, con Attestato per meriti artistici

Marzo 2019 - Art Parma Fair – Fiera di Arte Moderna e Contemporanea;

Marzo 2019 - Mostra Personale - Centro Polifunzionale “La Mandria" Zola Predosa – Bologna

Aprile 2019 - Mostra Personale - Centro Accademico Maison d’Art –Padova;

Aprile 2019 - Mostra Collettiva d’arte contemporanea Borgo Centro Storico TAGGIA alla presenza                        di Sgarbi

Maggio 2019 - Mostra Mercato a Villa Centoia di AREZZO

Maggio 2019 - ARTE BARI - FIERA DEL LEVANTE - BARI

Giugno2019 - Rassegna di Arte Contemporanea “Visioni Pericolose” a cura dell’Associazione

                       Artistico Culturale “A.Cu.A.S.” CAGLIARI;

                     - Mostra Collettiva presso BCM Art Gallery – BARCELLONA

                     - Art-it Exposition d’Art Italien à Paris - Galleria Local 14 – 14° Arrondissement -                                 PARIGI

Luglio 2019 - FUSION ART Esposizione Finalisti per il SOL LEVANTE presso CHIE ART                                      GALLERY – MILANO

Agosto 2019 - XI FESTIVAL “GLOBAL ART International Art 2019”- CASTELLO SVEVO di                                     TERMOLI

Settembre ’19 - ARTE A PALAZZO - In Mostra con i grandi Maestri presso la “GALLERIA FARINI”                            BOLOGNA

Ottobre 2019 - ART PARMA FAIR – Esposizione d’Arte Contemporanea

Ottobre 2019 - FLORENCE BIENNALE – Biennale d’Arte Contemporanea e Design di FIRENZE

Ottobre 2019 - COLORI DI PACE - Sala Protomoteca del CAMPIDOGLIO – ROMA

Novembre ’19   Inserimento nel CAM 55 - Catalogo dell’Arte Moderna – MONDADORI

Febbraio ’20     Rassegna di Arte Contemporanea - “ICONE” Italian Art Touch – BOLOGNA

Giugno ’20        Diploma Honoris causa di Maestro d’Arte dell’Archivio Storico Universale delle                                  Belle Arti del Centro Accademico Maison d’Art di Padova.

Luglio 20            Maratona Espositiva presso lo store Gallery Italian Art Touch con Asta on-line

Luglio ’20           Mostra collettiva “IL LINGUAGGIO DELL’ARTE” – Roccart Gallery – FIRENZE

Ottobre ’20        ArtParmaFair – PARMA

Novembre ’20    Inserimento nel CAM 56 Catalogo dell’Arte Moderna MONDADORI

Novembre ’20    Mostra Bipersonale presso Italian Art Touch – Store - GaleryBOLOGNA

Dicembre '20     Mostra Bipersonale presso Italian Art Touch - Store-Gallery BOLOGNA

Continua a leggere »

I quadri in vendita della pittrice contemporanea Gina Fortunato

Tutti (58) Quadri Venduti (5) Quadri Venduti su PitturiAmo® (4) Collezione privata (19) Quadri disponibili (30) Quadri in Evidenza (12)

Guarda tutti i quadri per tema

Sfoglia gli altri quadri dell'artista

Altri Quadri > Ultima Pagina >>

NOVITÀ - Breve Super Report

LUCE
88
ACROBATIC
322
VECCHI SCHEMI
379
PEZZI DI VITA
348
LINEA D'OMBRA
442
GIALLO GRANO
582
ABBRACCI
669
TRASPORTO
585

Sfoglia gli altri quadri dell'artista

Altri Quadri > Ultima Pagina >>
Partecipa al premioArtista d'Italia