Crista - pittrice contemporanea

Crista vende quadri online

Crista

22 4.531 52,8 / 100
Biografia
Curriculum


 Cristina Patti (Crista)
Nata a Palermo il 23 maggio 1982 e attualmente vi risiede.
Diplomata al I° liceo artistico di Palermo nell' anno 2000.
Laureata all' accademia di belle arti Picasso nell' anno 2004 con il massimo dei voti e la lode, sostenendo la tesi dal titolo "Psiche e Sentimento".
Successivamente ha conseguito la qualifica di "esperto in tecniche dell'incisione".
Dal 2004 al 2005 ha insegnato Tecniche dell'incisione presso l'Accademia di Belle Arti Picasso
Dal 2015 al 2016 ha insegnato discipline pittoriche presso il Liceo Artistico Picasso
 Attualmente lavora come decoratrice.
Negli anni dell' accademia ha sviluppato il suo stile artistico. L' arte figurativa l' ha sempre affascinata e con gli anni ha sviluppato una sua personale interpretazione della figura umana.
 Crista, è una pittrice dotata di una spiccata personalità artistica, estrosa e creativa nel concepire la figura umana nelle sue forme sinuose, sensuali, leggiadre, piene di un erotismo elegante. Il suo approccio con l'arte è emozionale ed introspettivo e potremmo dire anche impulsivo nell'atto creativo.
Crista dipinge  emozioni, stati d'animo, sentimenti, ciò che custodisce dentro. Partendo da una sua personale introspezione, dipinge sentimenti astratti che sulla tela si concretizzano sotto forma di donne voluttuose, fluttuanti, leggiadre,erotiche e sensuali che danzano su sfondi senza dimensione o avvolte da una natura lussureggiante in una sensazione di totale pace e armonia dei corpi e dei sensi. Lascia che la gestualità del corpo parli e si esprima lei meglio  che la fisiognomica del viso o le stesse parole. La femminilità e la sensualità sono il filo conduttore delle sue opere.  Le sue donne sono sensuali ed erotiche ed esprimono tutta la loro femminilità attraverso l'esagerazione  e l'enfatizzazione delle schiene curvate all'indietro, dei fianchi ridondanti,delle spalle disegnate, dei seni turgidi. Anche la sua tecnica pittorica è istintiva,  è la tela che le dice come meglio vuole essere dipinta. L'artista giustappone il colore direttamente sulla tela, senza miscelarlo prima ma sfumandolo direttamente sul soggetto con pennellate brevi e gesti rapidi. Potrei dire dunque che le opere di Crista sono sempre una trasposizione del suo io, un  suo ritratto  interiore.
Affascinata dall'arte classica del periodo greco ellenistico Crista reinterpreta il canone estetico  in una chiave molto intima e personale che ben si fonde e si attualizza coi pittori del 900 che hanno ispirato ed influenzato, assieme alle sculture elleniche, maggiormente le sue scelte pittoriche, stilistiche e cromatiche;  i sensuali dipinti di Gustav Klimt con i loro motivi simbolici e decorativi, la raffinata eleganza dei dipinti di Amedeo Modigliani, le libertà espressive e cromatiche di Paul Gauguin si fondono in un nuovo linguaggio pittorico che prende vita nelle tele di Cristina Patti. La sensualità più o meno sfacciata, l' erotismo che le sue donne trasudano e un forte senso di plasticismo tipico delle opere scultoree permea tutti i quadri di Crista: il modellato, il colore, il disegno si condensano a comporre un dipinto che si impone per stile e perfezione; il suo  è uno stile unico e riconoscibile solo a lei distinguendosi, quindi, come pittrice nel panorama della pittura contemporanea.
 Nell' opera " L'Equilibrio ", l'aggrovigliarsi di corpi,  intersecati e sovrapposti fra di loro, rivela un’elevata cura formale e un’attento studio delle proporzioni che si risolve in un raffinato equilibrio cromatico.
Daniela Sasso, pittrice e scenografa.

"Nei lavori di Cristina Patti si intravede la necessaria volontà di raccontare la moltitudine umana. Con raffinata maestria, ci mostra le sue donne, atemporali, senza volto e dalle forme volutamente manieristiche che ne esaltano il pathos. Le sue opere si pongono trasversalmente alla storia dell'arte: dai classici a Matisse nelle sue Sirene danzanti a Modigliani nelle pose statiche a  Botero nel volume delle sue donne. Ma a ben guardare, le sue figure si staccano da queste citazioni, le sue sono donne isolane, riflettono la tavolozza mediterranea tra mare e aria, tra colori caldi e freddi in diafane trasparenze".
 "Brava Cristina, puoi anche non firmare le tue opere".
 Fabrizio Avena,pittore
   24 luglio 2014, Verona.

"Cristina Patti, artista dall'animo sensibile, ci narra di poetiche visioni, con surreale linguaggio, cifrato da arabeschi corpi cromatici, che si intrecciano. Un verosimile messaggio mediatico, che risveglia la nostra assopita spiritualità. L' opera "Il Volo" , ci sussurra alla sua visione, recondite emozioni, che l'artista Crista ha gelosamente custodito nel suo intimo diario. Un espressione ritmica e dinamica, che attraverso una delicata stesura tonale delle masse compositive, ci descrivono la simbologia dell' elemento aria, svelandoci l' infranto desiderio per raggiungere l' arcaica meta del nostro equilibrio spirituale."
Francesco Chetta, editore arte collezionismo effeci


"SIRENE": Corpi che fluttuano nell'enigma della trasformazione del presente passato e futuro, in un magma di inquietudine di pensieri. Il ritorno alle origini, all'acqua ancestrale, forma di vita inebria i respiri del vento e lontano, in un posto lontano, senza nè sopra nè sotto  nell'infinito medium senza nè cielo nè terra abbandonati e confusi tra le onde del mare i frammenti dell'essere ricercano invano una loro unità.
Francesca Mezzatesta, critico e storico dell'Arte


"TORMENTI": E' come essere presenti nel magico momento della creazione, dove tutto è possibile e dove Dio estrae geni dal suo sacco e mescola tutte le combinazioni alchemiche possibili...che sia vita, ad ogni costo! Che la danza genetica abbia inizio... ed ecco allora apparire dal nulla mani che cercano tronchi dove impiantarsi... gambe che aspirano a risoluzioni corporee morfologicamente sensate...e teste...tante teste mozzate, ricongiunte, reinnestate per forza, per amore, per energia creativa. Comunque lì presenti...a ricordare che l'uomo è un organismo complesso,frutto di millenni di sperimentazioni genetiche di Dio, del cosmo, del caso.
Gabriella Zagaglia, pittrice


 In tutta la sua opera la donna è il logos per eccellenza, espressione di un essenza che va oltre le ragioni estetiche e che nella sua plasticità si riveste di un corpo, solo per pretesto, per articolare in molteplici sfaccettature dell’essere, l’essenza interiore dell’esistere nell’esistenza. In spazi circondati da atmosfere eteree, senza mai una dimensione statica, la mano sicura e magister dell’artista palermitana, riesce a evolvere nelle figure la sintesi narrativa affrontando i temi dell’anima all’interno di ogni spazio pittorico e lasciandoli fluire senza forza gravitazionale sospesi tra il carnale e lo spirituale. Enigmatici corpi in metamorphosi ovidiche, che danzano e lasciano risuonare echi dei loro sussurri d’amore, sofferenza,sentimenti e stridenti note trasgressive e sconcertanti dei  vizi capitali. In un intimistica stesura del colore, Cristina Patti traduce con poetica il suo talento e in una interpretazione di un eros raffinato seduce i sensi e cede al fruitore significati allegorici ispirazione di  tanti maestri come Leonardo in pittura che nella rappresentazione di Leda giacente o Danae dormiente, trasformano in cigno o in polvere d’oro, Zeus  lasciando ergere con grazia ed eleganza la veste voluttuosa dell’amplesso . Iconografie che nel contemporaneo stile, l’artista si ispira con pathos nella spirale dei sentimenti e della psiche per sostituirsi all’umano in “divenire”. Figure in balia del vigore vibrante e cinetico mosse da un flusso inebriante e infinito, che coglie il fruitore più attento a distogliere lo sguardo all’esteriorità per inoltrarsi nell’incrocio della bellezza e della sofferenza dove ogni stato d’animo è trasposto in una linea in un colore fluorescente estemporaneo  e sensoriale-animistico. Opere che addentrano tra terra ed Olimpo, la cui catarsi attraversa memorie e frantuma l’ineffabile moltiplicarsi di corpi in prolungamento in una tensione lirica viva di archetipi dell’antichità ma di richiamo guerriero alla suscettibile perdita  di quella sfera del “profondo” nel contemporaneo.
Francesca Mezzatesta, critico e storico dell'Arte


Ogni opera di Cristina Patti (in arte “Crista”), pittrice palermitana nata il 23 maggio 1982, è il frutto di un’intima introspezione: sulla tela stati d animo, sensazioni e sentimenti si concretano nelle sembianze di donne voluttuose e leggiadre, permeate di un erotismo e di una sensualità mai volgare o fine a se stessa.
Osservando la produzione di Crista, si può constatare come proprio la figura femminile sia il tema prediletto, affrontato secondo una interpretazione del tutto personale: l’artista attraverso queste donne scevre di alcuna dimensione temporale, dalle forme intenzionalmente manieristiche ma al tempo stesso aggraziate, tenta di far percepire all’osservatore il suo “essere”, di commuovere lo spettatore nel senso primigenio del termine: spingerlo a provare emozioni, “agitare il suo animo”. Ed a questo scopo contribuisce anche la palette cromatica assai ricercata: la scelta dei colori non è affatto casuale o semplice elemento esornativo, ma è essa stessa frutto di una selezione mirata, nel tentativo di animum movere.
Si prenda, ad esempio, Aretusa (Vacua e lenta la discesa nell’ oblio): la figlia di Nereo e di Doride, nella specifica narrazione di Crista, piuttosto che essere raffigurata già come fonte – come narra la leggenda - mantiene ancora sembianze umane sebbene, ad una visione più attenta, si nota come sia già in atto il metamorfismo e la nostra cominci ad abbandonare le fattezze di leggiadra ballerina. La figura si lascia armoniosamente andare lenta, leggiadra ed abbandonata ai flutti, immersa nell’elemento naturale fonte di vita per eccellenza: l’acqua.
Nel “Canto del mare”, quadro realizzato in estemporanea durante una tre giorni artistica a Cefalù , la fusione tra l’elemento femminile e quello liquido appare ancora più evidente. Vi troviamo ritratta una Sirena: l’aspetto ittiforme della protagonista ha preso il sopravvento su quello antropico, la coda sinuosa e quelle che erano una volta mani, e che ora sono pinne, disegnano movimenti morbidi, che ben si fondono con l’andamento curvilineo dello onde sullo sfondo. Ciò nonostante, la figura mantiene una sua autonomia compositiva distaccandosi cromaticamente dal contesto, quasi a voler significare simbolicamente l’autosufficienza e l’autarchia dell’Io della pittrice rispetto al mondo che la circonda: un rapporto antitetico che permea il vissuto di ogni essere umano.
Eppure…eppure il bisogno di autodeterminazione non è totale, ma viene ad essere controbilanciato, in altre opere, da una intima connessione con l’altro. Ne è una prova lampante l'opera “l’Intesa”: questo appare a tutti gli effetti la trasposizione figurativa del celebre mito platonico raccontato da Aristofane nel dialogo “Il Simposio”: gli esseri umani sono perennemente alla ricerca della loro antica unità e della perduta forza, divisi fin dalle origini. Da questa scissione in parti ecco che nasce negli umani il desiderio di ricreare la primitiva unità, tanto che le stesse “parti” non possono far altro che stringersi e fondersi l’una con l’altra.
E non è pura casualità che questa opera si intitoli, per l’appunto “intesa”, intellettiva e sentimentale: l’attrazione mentale è ben più forte di quella fisica; in questo lavoro di Crista ritroviamo quella coesistenza di tutti gli attributi, quella compiuta unità divina e quella perfetta e assoluta unione delle origini tanto agognata dall’Aristofane platonico: una coincidentia oppositorum, per usare un’espressione di Mircea Eliade, che ben raffigura la perfetta unione dei contrari, perché “dunque al desiderio e alla ricerca dell'intero si dà nome amore”.
(Platone, Simposio, 192e-193a)
Dott. Gerardo Di Martino.


L'artista, con un segno aspro, nervoso, incisivo, si accosta all'espressionismo attraverso la rivelazione di una sofferta e meditata interiorità. Cristina non conosce le mezze tinte o i semitoni, come le sue figure contorte non conoscono condizionamenti, rivelando il grande desiderio di libertà... Artista che ama dialogare attraverso simbolismi e miti, accorpando memoria, visione, sogno. Avvolgente è l opera "Leda e il cigno" in cui la divinitá Zeus per avvicinare l' amata si tramutò in cigno: l' opera é magistralmente interpretata.
Silla Campanini,perito d Arte

ENGLISH
CRISTINA PATTI (CRISTA)

Crista was born in  23/05/1982 and She lives in Palermo. She graduated at the first art school in Palermo in  2000 and in 2004 she graduated at the Academy of Fine Arts "Picasso" with a thesis entitled "Psyche & Feelings".

Later she obtained the qualification of "Expert in engraving techniques". In the years of the academy she developed her artistic style with a personal interpretation of the human figure.

Crista's paintings are transpositions of the human soul, she explores the psyche and pathos; abstract concepts as feelings assume human features through dancing and the whirling feminine bodies, speaking to the spectator even through the wise choice of color.  

This artist participated in numerous exhibitions and group exhibitions both in Italy and abroad. She was awarded during the exhibition "I colori dell'arte" by Bruno di Cerbo (Salerno, Palazzo Genovese,  May 17 2015) for the Magic Realism art movement. She Won the "Premio Agrigento Arte" during the exhibition "the credentials of Art" curated by Angelo Cottone (Agrigento, Pinacoteca Palazzo dei Filippini, July 4, 2015) and She Won the "Super Premio Ortigia" during the international art exhibition "Premio Ortigia Arte 2015" by Angelo Cottone (Ortigia, Palazzo del Governo, November 14, 2015)

Many of his works are in private collections both in Italy and abroad, or they were donated to public and private bodies: three of his drawings are in the historical foundation "Marta Gierut" in Pietrasanta (Lucca), one at the town of Cefalù (Palermo), another at the Art Gallery of the town of Vicari (Palermo), a painting is in the "Museo del Terzo Millennio" in Policastro Bussentino (Salerno) and a painting dedicated to Santa Rosalia, the patron saint  of Palermo, is located in Church of the Holy Trinity near the Zisa castle in XII sec. (Palermo).  

She has been reviewed by several critics of Art and she has been published in several magazines and She is counted in the well-known contemporary art yearbook published by "Acca in Arte" in 2015.

 Many of his works have been published in several volumes of art history written by the art historian Simone Fappanni, to cite a few titles: Dipingere la femminilità", "Sensualità nell'arte" ,"Il paesaggio italiano nell'arte: dal reale all'immaginario", "Surrealismo e modernità, la metafora del sogno" .

Several of her works were selected for the covers of poetry book written by the poet Mauro Drago, include "Versi senza Speranza" and "Concetti Complessi"  (the latter winner of the literary contest "La vita in Versi") and the anthology "Chimerica Erato" by the poet Vito Natoli.

As Artist, Crista is critically acclaimed for her very personal style of painting, that inevitably leaves an indelible mark on the soul of the beholder; the  observer fits in with the brush strokes, with the bright colors and with the silent dance full of pathos of her women.

Continua a leggere »

 Dal 20 maggio al 20 giugno 2014 mostra personale dal titolo "Viaggio Senti-mentale" presso   Dorian Art, art & restaurant a Palermo


 dal 21 giugno al 29 giugno 2014 ha partecipato alla collettiva "International Art Expo Città di Arcore". Evento organizzato dalla Baronessa Maria Lucia Soares presso le Scuderie di Villa Borromeo ad Arcore


dal 28 giugno al 9 luglio 2014 ha partecipato alla collettiva "Incontro al Nuovo Cenacolo" presso la galleria d'arte "Il Nuovo Cenacolo"  del maestro Vincenzo Vinciguerra a Palermo. Evento organizzato dalla presidente la prof.ssa Laura Natangelo con la direzione artistica della pittrice e scenografa Daniela Sasso.


dal 2 agosto al 18 agosto 2014 ha partecipato alla collettiva "Artisticamente Donna" presso la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo a Brescia. Evento organizzato dal presidente dell'associazione ARS MEA Juri Comaglio.


dal 1 settembre al 30 settembre 2014 mostra personale dal titolo "Psyche & Pathos" presso Hotel Mercure Palermo Centro a cura di NinnySpanò a Palermo


dal 3 settembre al 7 settembre 2014 ha partecipato al " I° simposio di arte contemporanea e laboratorio"  a Cefalù (PA) ideato e curato dallo scultore Roberto Giacchino.


dal 13 settembre al 26 settembre 2014  ha partecipato al vernissage "Marenellarte" organizzato e curato dal dottore Francesco Anello presso il Regio Arsenale Borbonico a Palermo.


dal 25 ottobre al 30 ottobre 2014 ha partecipato alla collettiva "Migranti" Premio Arte Pentafoglio, evento organizzato dal critico d'arte Paolo Battaglia La Terra Borgese  e curato dal direttore artistico Vanessa Pia Turco per Rotary club presso la galleria d'arte di Villa Niscemi a Palermo


novembre 2014 ha esposto  presso la galleria BA-ROCCO di Rocco Basciano  a Milano


dal 15 novembre al 30 novembre 2014 ha partecipato alla " v° edizione Biennale d'Arte Contemporanea Italiana (Lecce)" presso Cascina Monastero a Milano organizzata dal direttore Euroarte Raffaele De Salvatore.


dal 30 novembre al 7 dicembre 2014 mostra  personale dal titolo "Metamorphosys Femme" mostra curata e presentata del critico e storico dell'Arte Francesca Mezzatesta presso Wagner Art Gallery a Palermo


dal 7 dicembre al 19 dicembre 2014 ha organizzato e curato insieme allo storico e critico d'Arte Francesca Mezzatesta e al dott. Gerardo Di Martino la collettiva dal titolo " Donna / Madonna" in cui ha anche partecipato esponendo alcuni dipinti presso il Wagner  Art Gallery a Palermo


dal 18 gennaio al 24 gennaio 2015 ha esposto nella galleria d'arte contemporanea   " I - GALLERY" a Montmarte Parigi


dal 22 gennaio al 4 febbraio 2015 ha partecipato alla collettiva "Percorsi per ricordare la Shoah" presso l'ex teatro di Quinzano d'Oglio (Brescia) evento a cura dello studioso dell'arte Simone Fappanni


dal 14 febbraio al 28 febbraio 2015 ha partecipato alla collettiva "Arte: Carne e Passione" evento organizzato e curato dal critico d'Arte Angelo Calabrese e dal dott. Giorgio Andrea Trovatello presso il castello di Casapozzano, Orta di Atella (CS)


dal 7 marzo al 21 marzo 2015 ha partecipato alla collettiva "La Donna nell'Arte" presso l'ex teatro di Quinzano d'Oglio (Brescia) evento a cura dello studioso dell'arte Simone Fappanni


dal 7 marzo al 22 marzo 2015 ha partecipato alla collettiva "La Sensualità nell'arte contemporanea" presso la Casa Cultura di Soiano del Lago (Brescia) evento a cura dello studioso dell'arte Simone Fappanni


8 marzo 2015 ha partecipato all'evento artistico culturale "Artisti contro la violenza sulle donne" presso Palazzo Cefalà, sede della Consulta delle Culture, a Palermo. Evento a cura dello storico dell'Arte Valentina Gueci


dal 13 marzo al 22 marzo 2015 ha partecipato all'evento artistico culturale "Arte in Rosa" presso la "Sacra Famiglia" a Corticelle Pieve a Dello (Brescia) evento a cura dello studioso dell'arte Simone Fappanni il quale ha curato la conferenza sulle Grandi Pittrici nella storia dell'Arte


dal 28 marzo al 12 aprile 2015 ha partecipato alla collettiva "La Primavera incontra l'Arte" presso Chiesa dell'Annunziata a Cefalù. evento organizzato dal presidente dell'associazione "Cefalù città degli Artisti" , lo scultore Roberto Giacchino


dal 25 aprile al 9 maggio 2015 bipersonale "Arte in rock su tela di poesia" presso Dorian Art a Palermo. Evento organizzato e curato dal cantautore e poeta Fabio Dragotta.


dal 9 maggio al 16 maggio 2015 ha partecipato alla Settimana delle Culture a Palermo esponendo presso la chiesa di S. Giorgio dei Genovesi in una collettiva dal titolo "Periferia tra bellezza e degrado" evento organizzato dall' associazione UCAI (unione cattolica artisti italiani)


dal 9 al 29 maggio 2015 ha partecipato alla collettiva "Beccadelli Arte" a cura dei direttori artistici Pina Castronovo e  Salvatore Pulizzotto presso il Castello Beccadelli a Marineo (PA)


dal 12 maggio al 19 maggio 2015 ha partecipato alla rassegna d'arti visive "I colori dell'Arte" a cura di Bruno di Cerbo, presidente dell' associazione "il Castello",  ricevendo la Segnalazione di Merito Premio Pittura  per la corrente "Realismo Magico" , presso il seicentesco Palazzo Genovese a Salerno in onore della manifestazione "Salerno apre le porte"


dal 16 maggio 2015 al 3 giugno 2015 ha esposto presso la galleria d'Arte Moderna "J.Cavedoni" a Sassuolo


22 maggio 2015 è stata presente in asta presso Mecenate aste s.r.l.s sede Milano


dal 29 maggio al 2 giugno 2 015 ha preso parte ad un evento benefico donando un opera all' Associazione Roberta Smedili per la realizzazione della 7° edizione del Sorriso di Roberta per l'Unicef -progetto "Acqua e igiene nelle scuole in Tanzania". Milazzo (ME)


dal 31 maggio 2015 al 30 agosto 2015 ha partecipato all'importante rassegna "Human rights?- the house of peace" presso la fondazione opera "Campana dei Caduti"  Colle di Miravalle a Rovereto (TN) evento a cura di Roberto Ronca presidente dell'associazione Spazio Tempo Arte


dal 13 al 28 giugno 2015 ha preso parte alla collettiva "Alpini: storie di guerra storie di pace..." prima mostra nazionale dedicata al corpo degli Alpini organizzata dal presidente dell'associazione artistico culturale Ars Mea, Juri Comaglio, evento svoltosi presso la Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo a Brescia.


dal 20 giugno  al 4 luglio 2015 ha preso parte all'evento "The Credentials of Art" "Premio Agrigento Arte" a cura di Angelo Cottone presidente e direttore artistico dell'associazione  Spazio Arte ,presso Museo Palazzo dei Filippini, Agrigento vincendo il premio Agrigento Arte per le opere a tema libero


dal 20 al 27 giugno 2015 artista finalista al concorso "Premio Eureka" 7° edizione a cura di Massimo Picchiami presidente associazione Eureka Eventi Arte, presso Caffè Letterario , Roma


dal 23 al 29 giugno 2015 ha preso parte alla collettiva "Arte Eros" a cura di Tina Loiodice presso la sua galleria Spazio 40 a Roma


11 luglio 2015  è stata presentata in asta con la Casa d'Aste BaseZero a Milano


dal 9 al 30 agosto 2015 ha preso parte alla collettiva "La ruota della memoria" 4° ed. a cura della prof.ssa Sara Parlongo presso Palazzo Falletta e Palazzo De Moja a Siderno (RC)


dal 7 al 13 settembre 2015 ha partecipato al concorso "CibArti" all'interno della manifestazione World street food festival presso Castellammare del Golfo (TP)


dal 18 settembre al 4 ottobre 2015 ha partecipato alla collettiva "Il paesaggio italiano nell'arte:dal reale all'immaginario" a cura dello storico Simone Fappanni il quale ha presentato il volume d'arte da lui scritto con l'omonimo titolo in cui è stata pubblicata la mia opera a tema. l'evento si è svolto presso l'ex teatro di Quinzano D'Oglio (BS)


dal 21 settembre all'11 ottobre 2015 ha partecipato al "Gemellaggio artistico tra Pietrasanta e Cefalù" a Pietrasanta (LU) evento a cura del critico e giornalista Lodovico Gierut


dal 24 al 31 ottobre 2015 ha preso parte alla collettiva "E' gradito il silenzio...parla l'arte" evento organizzato dall'associazione artistica Eureka Eventi Arte di Massimo Picchiami presso il PalaSi di Terni


dal 6 al 14 novembre 2015 ha partecipato alla rassegna "Premio Ortigia Arte" a cura di Angelo Cottone, presidente dell'associazione Spazio Arte, presso Palazzo del Governo, isola di Ortigia (SR) col conferimento del Super Premio Ortigia per la categoria giovani


dal 9 al 22 novembre 2015 ha partecipato alla collettiva "Drawing Today" presso la galleria Signal Art Centre a Bray Irlanda


il 29 novembre 2015 ha partecipato all'evento "Artisti per la prevenzione ed il rispetto della donna" a cura dello storico dell'arte Valentina Gueci presso Palazzo Palagonia alla Gancia a Palermo


dal 4 dicembre 2015 all'8 gennaio 2016 ha partecipato alla collettiva "Once upon a time" a cura di Bruno Di Cerbo presidente dell'associazione Il Castello, presso il complesso monumentale Palazzo S. Chiara Vibo Valentia


il 5 dicembre 2015 ha partecipato all'evento "Ritratti di Donna, insieme per la vita,prevenzione e sensibilizzazione contro il cancro" presso il salone delle feste del Castello di Carini (PA)


dall 11 dicembre 2015 al 2 gennaio 2016 ha partecipato alla collettiva "I Profumi dell'Arte" a cura dell'associazione Pensiero Cult di Anello Francesco, presso il teatro Finocchiaro di Palermo


il 13 dicembre 2015 ha partecipato all'evento benefico "Insieme per Santa Chiara" evento a cura di Artnobless di Gaspare Catanese, presso il Circolo Ufficiali Palermo


dal 20 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 ha partecipato alla mostra di fine anno organizzata dall'associazione Spazio Arte di Angelo Cottone per decretare l'artista dell'anno, qualificandosi tra gli artisti finalisti


dal 19 dicembre 2015 al 16 gennaio 2016 ha partecipato alla collettiva "Gate Europa" a cura dell'associazione Ecstrarte di Roberta Fiano, presso il Palazzetto dell'Arte Andrea Pazienza di Foggia


dal 9 al 24 gennaio 2016 ha partecipato alla collettiva "Sport,Arte e Valori" a cura dello storico dell'arte Simone Fappanni, il quale ha presentato l'omonimo libro da lui scritto in cui è pubblicata la mia opera a tema, evento svoltosi presso l'ex teatro di Quinzano D'Oglio (BS)


dal 15 al 29 gennaio 2016 ha partecipato alla collettiva "Percorsi per ricordare la Shoah" a cura dello storico dell'arte Simone Fappanni, presso la Bibliotecadi Castelvetro Piacentino


dal 20 al 26 febbraio 2016 a preso parte alla collettiva "Lui,Lei e L'altro" presso le Sale del Bramante a Roma,evento a cura di Associazione Eureka Eventi Arte


dal 4 al 20 marzo 2016 ha preso parte alla collettiva "Mater mater"  presso l'ex teatro comunale di Quinzano d'Oglio (BS) evento a cura dello storico Simone Fappanni


marzo 2016 ha esposto presso la Galleria d' Arte Josephine Bonì, Palermo


dal 1 al 30 aprile 2016 Bipersonale dal titolo "Intimate" presso Caffè tra le righe a San Severo (FG) evento a cura di Aradia Art Management


9 aprile 2016 ha partecipato all'asta n°2 presso Casa d'Aste e Galleria d'Arte Picenum, Cingoli (MC), banditore Diego Paride Della Valle


agosto 2016 ha esposto presso la galleria d'arte Josephine Bonì, Cefalù (PA)


dal 8 al 9 ottobre 2016 ha partecipato al "Progetto Renoir,artisti contro l'artrite reumatoide" presso l'Orto Botanico di Palermo, evento a cura di Daniela Sasso con la collaborazione di AMR (associazione malati reumatici)


dal 15 al 25 ottobre per la giornata del Contemporaneo ha esposto con la collettiva "Mater" presso Chiostro dei Celestini a San Severo (FG) evento a cura di Ecstrarte con la collaborazione di AMACI


10 settembre 2016 ha partecipato all'asta n°3 presso Casa d'Aste e Galleria d'Arte Picenum, Cingoli (MC), banditore Diego Paride Della Valle


dal 1 al 30 ottobre 2016 ha partecipato alla collettiva Artisti a Palazzo presso la dimora storica di Palazzo De Gregorio a Palermo evento a cura di Josephine Bonì


dal 26 novembre al 2 dicembre 2016 mostra personale dal titolo Eros e Thanatos presso la galleria d'Arte Josephine Bonì a Palermo


4 dicembre 2016 ha partecipato all'asta n° 4 presso Casa d'Aste e Galleria d'Arte Picenum, Cingoli (MC) , banditore Diego Paride DellaValle


dal 30 dicembre 2016 al 12 gennaio 2017 mostra personale dal titolo Le moltitudini dell'anima presso Associazione culturale Labirinti Ideali a Terrasini (PA)


Alcune sue opere si trovano in permanenza presso:
- la fondazione "Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut" a Pietrasanta (LU).
-Presso il Comune di Cefalù (PA),
-presso la Pinacoteca di Palazzo Maggi Pecoraro a Vicari (PA),
-presso il Museo del Terzo Millennio (ex convento di San Francesco) a Policastro Bussentino (SA)
-presso la Chiesa della SS. Trinità (xII sec) Castello della Zisa Palermo
 -in svariate collezioni private e associazioni artistico - culturali e gallerie


l'artista è presente sul noto sito web di collezionisti www.artprice.com


-E' stata pubblicata sulla rivista Sapori di Sicilia nel numero di luglio 2014
-E' stata pubblicata in diverse occasioni su diversi quotidiani locali
-E' stata pubblicata e recensita sulla rivista EuroArte diretta dal critico e giornalista Raffaele De Salvatore, periodico settembre-ottobre 2014
-E' stata recensita e pubblicata nell'Annuario d'Arte Contemporanea 2015 edito  da ACCA... in Arte con relativa quotazione
-E' stato realizzato un servizio televisivo a cura di Dario Porretto per Linea Rosa la cui intervista all'artista ed al suo operato è stata condotta dallo storico e critico d'Arte Francesca Mezzatesta
-E' stata recensita dallo storico e critico dell' Arte Francesca Mezzatesta e pubblicata sul magazine EXPOART, rivista a cura del direttore Carlo Capone, periodico febbraio 2015
-E' stata recensita è pubblicata sulla rivista specializzata EuroArte diretta dal critico e giornalista Raffaele De Salvatore, periodico maggio-giugno 2015


-Alcune sue opere sono state pubblicate su diversi volumi d'arte a cura di Simone Fappanni ("dipingere la femminilità", " sensualità nell'arte", "surrealismo e modernità" , "il paesaggio italiano nell'arte")
-alcune sue opere sono state scelte per le copertine di libri di poesie a cura del poeta Mauro Drago ("versi senza speranza", "concetti complessi" ) e del poeta Vito Natoli ("Chimerica Erato")

info contatti
e-mail:  patti_cristina@yahoo.it
facebook: cristina.patti.33@facebook.com
facebook: cristina patti in arte crista
cell. : 3288281625
www.artprice.com

Continua a leggere »

I quadri in vendita della pittrice contemporanea Crista

Tutti (22) Quadri disponibili (22)

Guarda tutti i quadri per tema

Sfoglia gli altri quadri dell'artista

Altri Quadri > Ultima Pagina >>

NOVITÀ - Breve Super Report

armonia
184
diana
203
ohana
246
connessioni
131
l'intesa
140
intrecci
171

Sfoglia gli altri quadri dell'artista

Altri Quadri > Ultima Pagina >>
La forza di PitturiAmo al tuo servizio.